IH2 è approdata sul mercato nel 2011 e, da allora, è stata utilizzata in più di 30 centri di ricerca in tutto il mondo per studi all’avanguardia.

 

new_releases

Aggiornamento 2017: nuovi sensori di tensione sul cavo, migliorando la ricchezza del ritorno sensoriale, comunicazione Bluetooth e una CPU più veloce sono ora disponibili per IH2 Azzurra!

Mano robotica auto-contenuta

Mano robotica intrinseca avente tutti i componenti funzionali (5 motori, sensori di forza ed elettronica di controllo) integrati nel palmo e nelle dita sotto-attuate. L’alto numero di assi indipendenti ed i diversi sensori di forza integrati le permetto di effettuare diversi tipi di presa e percepire quando viene afferrato un oggetto. È provvista di interfaccia di comunicazione semplice da utilizzare (RS-232 tramite USB o Bluetooth). Diverse interfacce meccaniche standard sono disponibili su richiesta (anche compatibili con polso Ottobock QWD).
Le dimensioni contenute di IH2 Azzurra le permettono di essere utilizzate in ricerca ed in ambito clinico con soggetti amputati, durante attività di vita quotidiana. Ideali per validare interfacce uomo-macchina (invasive e non-invasive), algoritmi di controllo (EMG, ENG, EEG, ecc.) e sistemi di ritorno sensoriale. Non solo! Grazie al peso contenuto ed all’elevato grado di antropomorfismo, esse sono perfette anche come end-effector per braccia robotiche collaborative dal payload limitato.

Menu